Menu
X

Tags Archives: querela

2 anni ago Diritto penale

Le lamentele plateali in un pubblico ufficio sono reato

DOMANDA: Sono una dipendente pubblica che lavora allo sportello. Ieri ho subito una vera e propria aggressione verbale da parte di un utente che si è lamentato in maniera plateale delle lungaggini dell’ufficio, attaccando con la solita solfa che i dipendenti pubblici rubano solo soldi. Ci sono voluti venti minuti e tutto il personale dell’ufficio per calmarlo. Trovo, però, molto scorretto questo atteggiamento. Posso denunciarlo?

COSA DICE LA LEGGE: L’utente di cui parla è passibile di denuncia per interruzione di pubblico servizio, ai sensi dell’articolo 340 del Codice Penale.

La norma in questione, in particolare, punisce con la reclusione fino ad un anno di carcere, il soggetto che, con il proprio comportamento, abbia determinato una interruzione, o comunque turbato la regolarità di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità.

Recentissima, in questo, senso la sentenza n. 12986/2020 della sesta sezione penale della Corte di Cassazione, che ha comminato 20 giorni di reclusione un uomo, che all’interno di un Ufficio Inps in Sicilia.

Questi, infatti, si legge nella pronuncia si era lamentato ad alta voce con modi aggressivi nei confronti di alcuni dipendenti dell’istituto previdenziale per le tempistiche di liquidazione della propria indennità.

L’uomo aveva provato a difendersi parlando di mero trambusto transitorio, ma in corso di causa era stata provata la presenza in loco di circa dieci persone che, a causa delle escandescenze del soggetto in questione, avevano dovuto attendere oltremisura il proprio turno, in quanto l’intero personale era stato costretto a lasciare la propria scrivania per riportare all’ordine la situazione.

La querela va depositata presso i competenti uffici entro 90 giorni dal fatto.

Desideri approfondire questo argomento o richiedere una consulenza? Clicca sul nome dell’autore che trovi sopra il titolo.

5 anni ago Diritto penale

Stalking e tutela immediata

DOMANDA: Ultimamente il mio ex fidanzato mi invia una quantità ingestibile di messaggi, molto spesso con connotati offensivi e riferimenti a luoghi e persone che frequento, nonché minacce per allontanare il mio attuale compagno. Assillanti sono le molestie telefoniche e sovente si apposta all’ uscita del negozio presso il quale lavoro o sotto casa. (altro…)

© Copyright 2017 Cosa dice la Legge. Tutti i diritti sono riservati. P.IVA 03595790274